m

In Love With Florence è un gruppo di guide turistiche abilitate ed offre tour privati e personalizzati della città di Firenze, dei suoi musei e del suo territorio. Visite guidate su misura per tutti: giovani coppie, piccoli gruppi, famiglie con bambini.

Ultime News
Seguici!
GO UP
Image Alt

I Musei Fiorentini

I Musei Fiorentini

Galleria degli Uffizi

Gli Uffizi nacquero per volere del Granduca Cosimo I al fine di ospitare gli uffici amministrativi dello Stato Toscano. Successivamente il figlio Francesco I trasformò l´ultimo piano del palazzo nella sua galleria d´arte privata e qualche anno dopo decise di consentine la visita su richiesta: divenne così di fatto il primo museo d´Europa . Al suo interno potremo ammirare i capolavori di alcuni dei protagonisti della Pittura italiana e straniera dal 1300 al 1600: Giotto , Cimabue, Filippo Lippi, Sandro Botticelli, Leonardo da Vinci , Michelangelo , Raffaello, Tiziano, Caravaggio, Dùrer, Hugo van der Goes e molti altri.

 

Galleria dell’Accademia

Inizialmente ospedale nel 14° secolo, poi Accademia delle Belle Arti, ospita il “David”, il capolavoro assoluto di Michelangelo, una tappa obbligata per tutti i visitatori di Firenze.
Scolpito tra il 1501 e il 1504 destinata ad essere una decorazione esterna del Duomo di Firenze, divenne invece un simbolo di impegno dello Stato Fiorentino per la libertà e l´indipendenza, nonchè simbolo della caduta dei Medici, (1494).

Oltre al David, ci sono 4 statue degli Schiavi commissionati da Papa Giulio II come decorazione del suo sepolcro, , chiamati I Prigioni, e ancora”La pietà Palestrina” e “San Matteo”. Il museo ospita anche un´ interessante collezione di dipinti del Medioevo, del Rinascimento e dei primi anni del 17° secolo.

 

 

Palazzo Pitti

Palazzo Pitti fu fatto costruire per volere di Luca Pitti nel 1440 circa, forse, su progetto di Filippo Brunelleschi. Nel 1462 i lavori furono interrotti a causa di difficoltà finanziarie.
Un secolo dopo Eleonora da Toledo, moglie di Cosimo I de’ Medici lo acquistò. Furono così iniziati i lavori di abbellimento e ampliamento del giardino di Boboli e fu costruito anche il famoso cortile interno che porta il nome dell’architetto che lo progettò cioè Bartolomeo Ammannati. Al Palazzo fu connesso anche il Corridoio Vasariano nel 1565.

Nel 1600 fu ampliata la facciata e nel 1700 furono aggiunte le due ali esterne per dare al palazzo un aspetto più moderno.

Dalla fine del 1500 il palazzo divenne la residenza ufficiale dei Granduchi di Toscana.
Successivamente il palazzo fu la residenza dei successori dei Medici ovvero gli Asburgo Lorena e dei Savoia durante il periodo in cui Firenze fu capitale d’Italia.
Dopo tre secoli in cui è stato utilizzato dalle famiglie come residenza privata adesso Palazzo Pitti ospita diverse collezioni di dipinti, sculture e oggetti d’arte. Il complesso comprende la Galleria Palatina, la Galleria d’Arte Moderna, il Tesoro dei Granduchi (conosciuto anche come Museo degli Argenti), il Museo della Moda e del Costume, il Museo delle Porcellane, il Museo delle Carrozze (aperto solo su appuntamento) e il famoso Giardino di Boboli che rappresenta uno dei migliori esempi di giardino all’italiana.

Leave a Reply